green go energy
green go
sostenibilità digitale

Green Go Energy offre a privati e aziende di entrare a far parte della comunità della sostenibilità digitale offrendo prodotti e servizi volti a garantire qualità, sostenibilità, green tech, innovazione e supporto. Entra a far parte di Green Go e vivi la green experience completa.

Green Go, Green Go Tech, Green Go Store, Green Go Experience. Sostenibilità digitale e prodotti green.

ENTRA IN GREEN GO
Dark site per un green world

Temi scuri possono farti risparmiare dal 39% al 47% della batteria

Qui a Green Go Energy, cerchiamo sempre di trovare modi per ridurre il consumo energetico dei siti web offrendo allo stesso tempo un'ottima esperienza utente. 


Una delle prime volte in cui ci siamo imbattuti nel concetto di web design a basso consumo energetico è stato all'inizio degli anni 2000, quando Google ha oscurato la sua home page per la Giornata della Terra. Hanno affermato che lo schema di colori scuri utilizzava meno elettricità per essere visualizzato sugli schermi delle persone rispetto alla home page standard di Google con uno sfondo bianco. 
Ha attirato l'attenzione di designer attenti all'ambiente come noi e ha ispirato una serie di altri siti Web a dedicarsi al lato oscuro, ma questo accadeva ai vecchi tempi quando le persone avevano ancora grandi monitor Cathode Ray Tube (CRT), se sei abbastanza grande per ricordarli.Â

Poco dopo, le persone hanno iniziato a passare ai monitor a schermo piatto con display a cristalli liquidi (LCD) e ai laptop con schermi LCD, che erano molto più efficienti dal punto di vista energetico. Una differenza fondamentale degli schermi LCD è che hanno un'unica retroilluminazione che illumina l'intero schermo. Ciò significa che qualunque sia il colore visualizzato, anche il nero, la luce è sempre completamente accesa. L’idea del risparmio energetico nel design del dark web è quindi diventata irrilevante ed è stata per lo più dimenticata per i successivi dieci anni circa.

Più recentemente, la tecnologia degli schermi è cambiata nuovamente, con molti nuovi dispositivi che utilizzano la tecnologia OLED. OLED sta per Organic Light-Educing Diode ed è fondamentalmente una pellicola con diodi che si autoilluminano. Nonostante siano chiamati biologici, non sono certificati dalla Soil Association. Organico significa semplicemente che sono realizzati con un materiale a base di carbonio.Una differenza fondamentale degli schermi OLED è che invece di avere un’unica retroilluminazione, ogni pixel è esso stesso una minuscola lampadina LED che si illumina individualmente quando necessario. Ciò offre una migliore qualità dell'immagine, ma significa anche che i colori scuri consumano meno elettricità perché viene illuminata una parte minore dello schermo.



Con l'avvento della tecnologia OLED, i colori scuri nel web design hanno improvvisamente ripreso senso come un modo per ridurre il consumo energetico dei servizi digitali.Un'altra grande cosa che è cambiata da quando Google ha lanciato il suo tema oscuro nei primi anni 2000 è l'avvento degli smartphone e dei dispositivi mobili. Ricorda che l'iPhone non è stato lanciato fino al 2007, quindi prima il mondo del digitale era un posto molto diverso. Il consumo energetico è ancora più importante per i dispositivi mobili che per i computer utilizzati a casa o in ufficio, poiché il consumo energetico influisce direttamente sulla durata della batteria. Pertanto, ora viviamo in un mondo in cui ridurre l'energia dello schermo non è solo positivo per l'ambiente, ma offre anche un vantaggio pratico agli utenti finali di qualsiasi sito Web o servizio online. Gli schermi OLED non solo sono efficienti di per sé, ma possono anche aiutare le batterie a durare ancora più a lungo quando vengono utilizzati sfondi scuri. Google ha scoperto che l’app mobile Google Maps può utilizzare fino al 63% in meno di energia dello schermo in modalità notturna rispetto alla modalità standard sui telefoni con schermi OLED. Curiosamente, hanno anche scoperto che mentre i pixel bianchi utilizzano più energia, i pixel blu ne utilizzano molto di più rispetto al rosso e al verde. Pertanto, i colori che scegliamo nei nostri progetti ora contano, non solo per la presentazione del marchio, l’esperienza dell’utente e l’accessibilità, ma anche per l’ambiente e per la durata della batteria del cellulare.





Wholegraindigital ha effettuato un calcolo approssimativo tenendo conto del consumo energetico complessivo di un sito Web, comprese le reti di trasmissione dei data center, l'energia della CPU sul dispositivo dell'utente e ho stimato che un design con uno sfondo scuro potrebbe risparmiare circa il 10% dell'energia totale rispetto a un design con uno sfondo bianco sugli schermi OLED.

Con l’aggravarsi della crisi climatica, dobbiamo risparmiare ogni goccia di energia possibile. Spostare i siti web dai generici sfondi bianchi verso toni più scuri può solo essere una buona cosa dal punto di vista ambientale.